Autodromo di Modena

L’Autodromo di Modena nasce nel 2011. Lungo 2km e con 11 curve, misura 12 metri di larghezza costante. Nel 2012 ha stipulato con il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare un accordo volontario per la promozione di progetti comuni finalizzati all’analisi, riduzione e neutralizzazione dell’impatto sul clima derivato dalle procedure di gestione delle strutture. Assieme a Lamborghini e Dallara anch’esse firmatarie di un accordo con il dicastero, la struttura modenese si colloca in Italia come esempio di realtà sensibile alla necessità di una riduzione dei gas serra, anche nel mondo dei motori. Il tema della sostenibilità ambientale era già vivo dall’avvio delle sue attività. L’obiettivo è quello di migliorare la mobilità, organizzando eventi sportivi non motoristici (di ciclismo, podismo, handbike, roller), eco maratone di veicoli ad emissioni zero e corsi di verdi guide. La struttura è diventata anche il centro di guida sicura e di alta specializzazione nelle tecniche per la sicurezza e le prestazioni attraverso il controllo dei movimenti oculari ed un puntamento visivo.

 

La proposta educativa offerta dall’Autodromo è incentrata sul tema della mobilità sicura e sostenibile. L’Autodromo organizza inoltre giornate in cui la pista è a disposizione dei privati per testare il circuito su due e quattro ruote.

The products